La Lucky Wind con una prova di carattere recupera e batte al supplementare una tenace Robur Osimo

Ennesimo finale al cardiopalma, ennesima gara per cuori forti e nervi saldi, che però questa volta ha portato la vittoria in casa Lucky Wind Foligno, capace di giocare un finale davvero intenso e recuperare dal -13 fino al successo di misura ottenuto solo dopo un tempo supplementare. Grande merito alla Robur Osimo che per lunghi tratti è sembrata padrona del match, riuscendo a tirare con ottime percentuali (quasi il 40 % dalla lunga distanza) e dando l’impressione di poter condurre fino al termine: gli ospiti però non avevano fatto i conti con l’orgoglio dei falchi, che dopo una prima parte di gara in sordina, pur con Rath a mezzo servizio, sono stati capaci di mettere le mani sul match con una prova di grande carattere: decisivo il giovane Alessandro Di Titta che nel momento più difficile del match ha piazzato da solo un parziale di 7-0 che ha spinto Foligno verso il finale rovente.
Venendo alla cronaca Osimo ha sin da subito comandato il match trascinato da Conti e dal neo arrivato Rezk, bravo a rimbalzo ed anche al tiro dalla lunga: l’UBS difende male e si fa sorprendere in più di una occasione, riuscendo a rimanere attaccata al match con delle buone iniziative di Giacomo Tosti e qualche rimbalzo offensivo di Sakinis (16-22 alla prima sirena). Nel secondo quarto Osimo scappa con le triple di Cardellini ed i numerosi rimbalzi offensivi che danno preziose seconde opportunità agli ospiti bravi a concretizzarle: Foligno prova ad alzare il ritmo, pressa tutto campo e recupera qualche buon pallone che in campo aperto mette in ritmo anche Camacho de Sà e Jacopo Anastasi, quest’ultimo subito a segno dalla lunga: con un canestro dopo rimbalzo offensivo di Sakinis il primo tempo si chiude sul 38-41.
In avvio di ripresa si pensa che le cose possano cambiare ma Osimo non ne vuol sapere di smettere di segnare (saranno 12 le triple dei marchigiani al termine della gara) e Foligno arranca: il pressing non è più efficace ed anzi lascia spazio al gioco di penetra e scarica degli ospiti che chiudono anche con una schiacciata di Rezk raggiungendo il massimo vantaggio sul +13 prima che Tosti e Mariotti riducano le distanze alla terza sirena (54-61).
In avvio di quarto periodo la scossa al match la dà Alessandro Di Titta, bravo a farsi trovare pronto in attacco dove lascia partire prima un elegante tiro “arcobaleno” nel traffico, poi una tripla ed infine un tap-in che propiziano il parziale che riporta la Lucky Wind a contatto. Il numeroso pubblico capisce il momento del match e spinge i ragazzi alla volata finale: Sakinis sotto le plance lotta come un leone ed è molto bravo a mettere punti pesanti, mentre Osimo perde lucidità. La tripla di Mariotti con l’aiuto del tabellone fa esplodere il Palapaternesi che vede a pochi secondi dal termine Foligno avanti di 2 (71-69), ma Bini, autore di una prova davvero concreta è bravo a farsi fischiare fallo e a mettere entrambi i liberi che impattano il match: l’ultimo assalto non dà esito e si va quindi all’overtime. Nei primi minuti del supplementare regna il nervosismo e non si segna, con entrambe le squadre combattive nonostante si siano spese molte energie, poi la tripla di “Jack” Tosti che segna anche in entrata e ripaga la fiducia di coach Sansone sbloccando i compagni. Catalani da tre, Bini spalle a canestro e Cardellini ancora da tre rispondono per le rime e si arriva ad un altro finale in volata: Mariotti in arresto e tiro, ancora “Jack” Tosti e poi Sakinis dalla lunetta portano Foligno sul +4 quando mancano 10 secondi dal termine ma una tripla ancora di Cardellini riporta Osimo sul -1. A tre secondi dal termine la panchina dei falchi chiama time out per organizzare l’ultima azione, la palla va nelle mani del capitano che subisce il fallo sistematico e dalla lunetta non sbaglia chiudendo la gara e portando l’intera posta in palio alla Lucky Wind.
Punti preziosi in cascina, contro un avversario davvero tenace e che dà la dimensione della qualità del campionato: punti preziosi soprattutto se si pensa che sono il risultato di una gara non giocata benissimo, ma che ha dimostrato carattere e voglia di lottare fino alla fine.
Prossima tappa Isernia: domenica prossima la lunga trasferta per i nostri che dovranno prepararsi ad un’altra gara piena di insidie.

Ubs Basket Foligno – Robur Osimo 86-83 dts (16-22, 22-19, 16-20, 17-10, 15-12)
Foligno: Tosti G. 20, Rath 12, Camacho 13, Sakinis 18, Mariotti 10, Guerrini, Tosti F., Anastasi 10, Di Titta 9, Marchionni 2, Marani ne, Nikoci 2. All. Sansone, Ass. Mariani e Foglietta
Osimo: Catalani 9, Loretani 3, Conti 13, Carletti 1, Bini 22, Breccia 2, Domesi ne, Paladino ne, Pierucci 2, Cardellini 21, Rezk 9. All. Marini

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.