La Lucky Wind all’ultimo respiro strappa due punti d’oro contro la Samb

Torna alla vittoria la Lucky Wind al termine di una gara difficile, sofferta e portata a casa solo dopo un supplementare, grazie ad un carattere ritrovato nel momento più difficile della stagione. Una partita che ci ha visto sempre inseguire, giocata a tratti senza fiducia, subendo la fisicità di Tarois e la mano calda di Ortenzi e Stonkus, recuperata in extremis grazie ad uno sforzo del gruppo che negli ultimi minuti di gioco ha lanciato il cuore oltre l’ostacolo ed è riuscita a giocarsi un finale rocambolesco ed un overtime incredibile.
Primo tempo in sordina per Rath e soci, che nonostante una buona difesa hanno subito troppi rimbalzi offensivi che hanno generato seconde opportunità ai marchigiani. L’attacco poi risente molto del periodo difficile dei falchi, con percentuali basse sia dal campo che dalla lunetta ed alcune palle perse banali evitabili: all’intervallo si va a rifiatare sul 26-33 con pochi segnali positivi che fanno ben sperare ad una ripresa. Anche in avvio del terzo quarto si segna poco, Raupys in difficoltà sbaglia molto, così come Rath e Tosti, che nonostante gli sforzi producono poco: le rotazioni degli uomini della panchina non cambia l’andamento del match, ci prova il giovane Dolci, poi Marchionni e Donati (che mette anche una tripla), ma non c’è il mordente giusto e lentamente la Samb scappa nel punteggio fino ad arrivare addirittura sul + 10 a 6 minuti dalla fine, con l’ennesimo rimbalzo offensivo di Roncarolo che mette il successivo canestro del  47-57.
La Lucky Wind ora però si guarda negli occhi e capisce che è il momento del “ora o mai più”, e prova il tutto per tutto, scrollandosi di dosso i pensieri negativi: Marchionni segna, poi Tosti vola in contropiede e Raupys inizia a metterla. La Samb fatica a segnare e lentamente perde fiducia, nonostante le triple da 8 metri di Ortenzi. Dall’altro lato invece i falchi, spinti dal proprio pubblico, capiscono che “si può fare”, giocano e ci provano. Rapuys dalla lunetta poi il pressing ordinato da coach Pierotti ed il recupero con schiacciata di Tosti. Coach Aniello prova a fermare l’emorragia, chiama time out, ma al rientro in campo Rath recupera ancora e segna il canestro del meno 1 (59-60) a due minuti dal termine. Foligno difende forte, recupera quasi l’ennesimo pallone, ma Volpe dalla “spazzatura” trova tre punti a tabellone (non dichiarati) che sembrano spezzare le gambe ai nostri. Così non è, Mariotti e compagni tornano all’assalto e Raupys è bravo a subire fallo sul tiro da tre e poi mettere tutti e tre i liberi a disposizione. Quinzi dall’altro lato invece fa 0/2 ed il successivo fade away di Raupys porta Foligno al primo vantaggio della gara a 50 secondi dal termine (64-63). Non è affatto finita, c’è ancora tempo per un canestro di Stonkus, una tipla di Quinzi e due belle iniziative di Tosti. Con la seconda “Jack” mette un incredibile canestro segnando in tap-in sul suo stesso errore e fissando il punteggio sul 68-67 con tre secondi da giocare: Roncarolo aspetta un time out che non arriva (essendo esauriti) e allora prova a lanciare lungo: Sonkus al limite del fallo si libera di Tosti e Raupys, riceve, attacca in palleggio e quando mancano 50 centesimi da giocare si fa fischiare un fallo decisivo per lo stupore generale. Il giocatore lituano si presenta quindi in lunetta ma dopo aver messo il primo, sbaglia il secondo mandando le squadre all’Overtime.
Nel tempo supplementare la Lucky Wind è più pronta e, complice l’uscita per 5 falli di Tarolis, fatica meno a rimbalzo e pò distendersi in contropiede: Marchionni in svitamento e poi dalla lunetta prova ad allungare, poi però qualche errore fa ancora tremare i presenti, ma la mano di Raupys è ancora calda e la gara va in archivio per la gioia ed il sollievo dei pubblico di casa.
Con questa vittoria i falchi rimangono attaccati con le unghie alla vetta della classifica in coabitazione con Matelica e Bramante: distanziati di 4 lunghezze la Valdiceppo e Osimo. E sabato prossimo (alle 18.00) ci attende il big match proprio sul campo di Matelica: il campionato è ancora tutto da giocarsi, e con la ritrovata fiducia di stasera tutto è davvero possibile.

Lucky Wind Foligno – Sambenedettese Basket 75-74 dts (16-20, 10-13, 16-15, 26-20, 7-6)
Foligno: Tosti 16, Rath 10, Mariotti 3, Raupys 22, Karpuk 5, Guerrini 2, Pandolfi Elmi ne, Anastasi 6, Contardi, Dolci, Donati 5, Marchionni 6. All. Pierotti
Sambenedettese: Ortenzi 16, Stonkus 16, Tarolis 20, Volpe 5, Quinzi 5, Pedicone 2, Roncarolo 3, Janssens, Lucenti ne, Rombi 4, Di Eusanio 3. All. Aniello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *