Category Archives: Serie C

La vittoria del derby costa cara alla Lucky Wind: stagione finita per Andrea Presentazi

Sin da subito si era capito che la forte “botta” rimediata da Andrea Presentazi a Perugia nel derby,  non era cosa da poco. Saltando per schiacciare, in un contatto fortuito con la difesa è stato sbilanciato in aria, ed è ricaduto pesantemente sul fianco con tutto il peso del corpo. Si sono attesi con fiducia gli accertamenti medici che però hanno dato un responso impietoso: frattura (dolorosa) dell’acetabolo, il che vuol dire uno stop con immobilizzazione per oltre 40 giorni. Un vero peccato perchè Andrea, arrivato da Verese solo un mese fa per dare manforte ai falchi, stava iniziando a carburare, aiutandoci sia nella vittoria di Osimo che in quella di domenica a ferro di cavallo.
Dovrà essere sottoposto ad un piccolo intervento dopodichè, trascorsi 40 giorni potrà ovviamente tornare ad allenarsi senza problemi, ma a questo punto della stagione, per la causa della Lucky Wind sarà probabilmente troppo tardi.
Cogliamo l’occasione per fare un grande in bocca al lupo al nostro Andrea, per una pronta guarigione, sperando di rivederlo presto in campo e ringraziandolo per quanto fatto in maglia bianco azzurra. Forza Andrè!

La Lucky Wind c’è, si rialza e vince a Perugia

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Lucky Wind che sul campo del Perugia basket ritrova ritmo e fiducia che le consegnano due punti importanti per morale e classifica. Dopo le tante gare difficili del girone di ritorno, Mariotti e soci si ritrovano e sul parquet del Palafoccià, teatro di mille battaglie, mettono in mostra una buona pallacanestro su entrambi i lati del campo, conducendo dall’inizio alla fine. I grifoni, che devono rinunciare a Gomez ed Antonielli, non sono stati comunque a guardare e hanno dato del filo da torcere ai biancoazzurri fino a pochi minuti dal termine, quando con la schiacciata di Sakinis il vantaggio degli ospiti ha raggiunto il +23 chiudendo la gara.
La cronaca: coach Sansone vista la posta in palio decide di rischiare Camacho de Sà che, nonostante un polso in disordine, lo ripaga con punti e rimbalzi (19 + 8 in pochi minuti di utilizzo). La Lucky Wind poi è brava in difesa a chiudere i varchi a Marsili e Ciofetta e a ripartire con grande energia  in campo aperto dove Giacomo Tosti, Anastasi e lo stesso Sà sono pronti a finalizzare un buon gioco collettivo, portando le squadre alla prima sirena sul 11-21. La risposta dei grifoni però non si fa attendere, tanto che le triple di Faina e Ciofetta, unitamente alla mano di Marsili producono in pochi minuti un break di 10 a 0. Filippo Tosti in entrata interrompe la striscia positiva dei padroni di casa ridando fiducia ai suoi compagni: Anastasi da tre, seguito da un tiro “carpiato” in entrata di Giacomo Tosti riportano Foligno ancora avanti di una manciata di punti mentre Marsili in transizione da tre ed un fallo + canestro realizzato da Cornicchia mandano le squadre a rifiatare sul 27-35.
In avvio di ripresa Rath prende per mano i suoi, conducendo la squadra con autorità, pescando Sakinis libero in area e Mariotti da oltre l’arco che segna e riporta il vantaggio oltre la doppia cifra: l’energia di Faina ed una tripla di Ciofetta tengono in scia i biancorossi, ma i falchi ora sono padroni del match e non mollano la presa. Giacomo Tosti in entrata mette due punti pesanti e nonostante coach Boccioli ordini la difesa a zona la musica non cambia (38-49 alla terza sirena). Nell’ultimo periodo a dare la spallata decisiva ci pensa Andrea Presentazi che segna in arresto e tiro e poi in entrata prima di subire un contatto duro in area che lo fa ricadere malissimo di schiena e che lo costringe ad abbandonare il campo: speriamo che Andrea non abbia riportato nulla di grave, viste già le condizioni precarie di diversi biancoazzurri. La gara ormai è ben indirizzata e la grinta di Marchionni unitamente alla freschezza di Guerrini ed alle triple di Anastasi e capitan Mariotti chiudono i conti sul 54-69 finale.
Con questa vittoria la Lucky Wind aggancia Pisaurum in classifica e, quando mancano tre gare al termine, si trova nel mezzo della lotta per evitare i play out e tentare l’ultimo assalto ai play off, con due punti in più in tasca e la consapevolezza che tutto è ancora possibile: domenica prossima già in programma un altro match decisivo, contro Bramante Pesaro. Squadra tosta ed in salute che dovremo affrontare con lo stesso spirito di Perugia, per una volata finale ad alta tensione.

Perugia Basket – Ubs Foligno Basket 54-69 (11-21, 16-14, 15-14, 12-20)
Perugia: Ciofetta 10, Nana 6, Righetti, Marsili 13, Frolov 4, Faina 16, Fiorucci ne, Gagliardoni ne, Cornicchia 3, Donati 2, Minieri. All. Boccioli
Foligno: Tosti G. 8, Rath 4, Camacho 19, Sakinis 11, Mariotti 12, Guerrini, Tosti F. 2, Anastasi 8, Presentazi 4, Marchionni, Marani, Nikoci 1. All. Sansone

Stasera a Perugia derby in chiave salvezza

Si torna al Foccià, stasera alle 18.00, dove ancora una volta sul parquet di ferro di cavallo si giocherà una gara decisiva per i colori bianco azzurri: i momenti chiave della storia recente della Lucky Wind in un modo o nell’altro si sono sempre incrociati con quelli dei grifoni ed anche il match di stasera, quando mancano quattro gare al termine della reguar season, mette in palio due punti davvero pesanti. Punti di cui entrambe le squadre hanno fortemente bisogno: Perugia per continuare in suo buon momento e staccare Falconara ed Isernia dalle zone basse, Foligno per tentare di evitare i play out acciuffando il nono posto o i play off ancora possibili.
Anche se non varrà ancora nulla per la matematica, la vittoria di stasera darà uno slancio importante a chi sarà capace di strapparla: i grifoni si affideranno come sempre ai propri giovani esterni, veloci, con la faccia tosta e che nelle ultime gare hanno dimostrato grande fiducia nel tiro da tre punti. Come sempre fulcro del gioco però sarà Jacopo Marsili, vero leader del gruppo, ben supportato da Lorenzo Righetti ed i lunghi Frolov e il nuovo arrivato Donati.
I falchetti stanno tentando di tornare al buon gioco espresso nel girone di andata, hanno dato segnali confortanti, ma mancano ancora di continuità come mostrato con Isernia: diversi problemi fisici ne hanno limitato anche la settimana di allenamenti con alcuni uomini chiave costretti a dare forfati. Rath non è al top, così come Anastasi e Presentazi, ma tra tutte la situazione più complicata è quella di Camacho de Sà, che solo all’ultimo momento si saprà se potrà scendere in campo e come.
Derby tutto da giocare, da vivere: alle folate bianco rosse dovrà rispondere l’orgoglio bianco azzurro.
Palla a due alle 18.00.

(Photo cretits perugiabasket.com)

Lucky Wind in emergenza: si ferma Camacho de Sà

Brutte notizie dall’infermeria: dalle ultime battaglie sul campo, il nostro Nuno Camacho de Sà ne è uscito malconcio. Prima ad Osimo, dove è stato protagonista della clamorosa rimonta (31 pts), poi nella sfortunata sfida con Isernia, è caduto rovinosamente sul polso sinistro riportando una forte contusione ora al vaglio dello staff medico. Nel momento più importante della stagione non è una notizia che avremmo voluto sentire, essendo tra l’altro il nostro miglior marcatore e rimbalzista: siamo comunque certi che il gruppo saprà reagire anche a questo momento, così come ci ha abituato nella nostra storia recente. Lo stesso Sà, tenace ed indomito, vorrebbe allenarsi e giocare sin da subito, ma la situazione attualmente non glielo consente. Nei prossimi giorni ne sapremo di più, nel frattempo Mariotti e compagni si stanno allenando forte, sapendo che servirà uno sforzo ancor più grande da parte di tutti per giocarci queste ultime quattro finali, ad iniziare dal derby di Perugia in programma domenica prossima.

Campionato difficile, esperienza nuova e tosta per i nostri ragazzi, che da ora in poi assieme a tutto lo staff, daranno il massimo senza guardarsi più indietro da qui fino alla fine.

Forza ragazzi!

La rincorsa della Lucky Wind si ferma all’ultimo tiro: passa Isernia

Finale concitato, se possibile ancor più di quello di Osimo, con una Lucky Wind scatenata nel tentativo di recuperare un inizio gara sottotono.
Dopo aver sofferto per 30 minuti, rincorrendo un passivo di 8-10 punti, nell’ultimo quarto Isernia, che giocherà una gara solida e di grande esperienza, scappa nel punteggio arrivando fino al +23 a 5 minuti dal termine. Sembrano ormai scorrere i titoli di coda, ma ecco che la reazione del falchetti improvvisamente riaccende le speranze di una vittoria insperata. Il pressing a tutto campo da frutti immediati con Rath davvero efficace a recuperare palloni e Tosti e Sà abili a metterla da ogni dove: in un amen lo svantaggio scompare e con la tripla di “Jack” Tosti a 30 secondi dal termine siamo a -1: una rimonta incredibile, con un parziale di 24-2 piazzato in pochissimi minuti. Isernia però è ancora lucida, e trova la forza per andare in lunetta da dove non sbaglia mai: gli ultimi assalti biancocelesti invece si fermano al ferro, così come la bomba del pareggio di Marchionni che per poco esce spegnendo le speranze della Lucky Wind.
Una squadra dai due volti, con poco ritmo e poca fiducia in avvio e poi capace di aggredire, correre e segnare con entusiasmo: va ritrovata la continuità, la grinta e la voglia di buttarsi nella mischia per questo finale di stagione che, come già dimostrato ampiamente durante tutto l’anno, non prevede gare scontate, con ogni squadra capace di tutto. Un campionato di livello che non regala nulla e che i nostri ragazzi dovranno affrontare con il piglio degli ultimi minuti di Ponte San Giovanni dove per un soffio non hanno compiuto una rimonta clamorosa. Certo, giocare lontano dal Palapaternesi non ha aiutato, ma ora non servono alibi, serve voglia di lottare e pensare alla prossima gara, prevista al Foccià di Perugia, per un derby molto pesante per entrambe le squadre a caccia di punti per finire la regular season nella migliore posizione possibile.

Ubs Foligno Basket – Isernia Basket 75-80 (12-20, 18-20, 17-18, 28-22)

Foligno: Tosti G. 20, Rath 16, Camacho 15, Sakinis 1, Mariotti 7, Guerrini, Tosti F. 1, Anastasi 4, Presentazi 2, Marchionni 5, Marani, Nikoci 4. All. Sansone
Isernia: Torreborre 22, Adins 21, Caresta 10, Cupito 15, Hussin 7, Porfidia 5, Caruso ne, Sabetta, Di Nezza, Prete. All. Barbuto