All posts by admin

Coach Pierotti confermato alla guida della Lucky Wind!

La volontà era quella di continuare l’ottimo lavoro svolto nella passata stagione e riprendere da dove ci si era fermati: la società e Paolo Pierotti hanno quindi rinnovato l’accordo che legherà il coach eugubino ai bianco azzurri per un’altra stagione. Sarà la terza nel club folignate, la seconda delle quali alla guida della Lucky Wind che sta prendendo forma proprio in queste settimane estive. Il club, nonostante la crisi e le incertezze del periodo, sta lavorando come sempre per allestire una squadra competitiva e che possa ben figurare nel campionato di serie c gold, stagione 2020-21. Si è voluti partire da Paolo che rappresenta una garanzia per il movimento e che si è inserito perfettamente nell’ambiente, dando il suo prezioso contributo anche al settore giovanile. Il coach infatti, oltre a dedicarsi alla prima squadra, continuerà a lavorare alla crescita del vivaio dell’UBS, dove allenerà assieme ad uno staff tecnico di tutto rispetto.

Dopo lunghi mesi senza basket a Foligno, si riparte quindi con una buona notizia che fa ben sperare per il futuro: le basi per continuare il processo di crescita ci sono ed ora non resta che proseguire il lavoro e prepararsi al meglio per le prossime imminenti sfide.

Per quello che riguarda il roster della Lucky Wind, nei prossimi giorni verranno comunicate tutte le altre news con le numerose conferme ed alcune novità in arrivo.

Da lunedì si torna in campo: l’UBS Foligno pronta a ripartire!

Sono passati oltre tre mesi dallo stop a tutte le nostre attività.
Quattro mesi lunghi, surreali, difficili per tutti.
Quattro mesi senza lo stridio delle scarpe sul parquet, delle risate dei nostri bambini, delle giocate spettacolari di Simas e Jack.
Abbiamo chiuso le gabbie dei palloni, spento luci, chiuso un palasport che tutti i giorni ci regalava emozioni e la domenica ci faceva battere forte il cuore, fino alla sirena finale, seguendo il sogno dei falchi in testa alla classifica.
Ci siamo chiusi in casa, disciplinatamente, in attesa che le cose cambiassero, cercando di essere utili, in qualche modo.
Lo abbiamo fatto senza nemmeno poter salutare i nostri ragazzi, le loro famiglie, e magari darci appuntamento ad una data che nessuno sapeva.
Di tempo ne è passato, la situazione in tutto il territorio nazionale è in via di miglioramento, e quella data finalmente è arrivata:
lunedì 15 Giugno, finalmente, torneremo a prendere una palla in mano e proveremo a mandarla a canestro, con un desiderio ed una carica emotiva senza precedenti, per tutti, dai più grandi ai più piccoli.
Certo le norme da rispettare sono molte, le restrizioni altrettante e noi le osserveremo scrupolosamente, ma la cosa più importante è che potremo muovere nuovamente i passi su un campo di basket.
Anzi due, visto che il nostro staff ha montato un bellissimo campo all’aperto, proprio di fianco al palasport, per poter far giocare più ragazzi possibili, tenuto conto anche dei limiti imposti dalle norme e dai protocolli.
Con la formula del “camp” per i più piccoli, la mattina, e con allenamenti individuali nel pomeriggio, tutte le squadre dell’UBS Foligno Basket progressivamente riprenderanno l’attività.
Siamo contenti, emozionati e pronti per fare in modo che i nostri bambini, i nostri ragazzi e la nostra prima squadra possano lentamente tornare a giocare allo sport più bello del mondo.
Forza ragazzi che si riparte!

In attesa di ripartire, facciamo il punto

Lentamente il mondo sta riprendendo la strada della normalità, molte attività stanno riaprendo e, anche se con prudenza e timore, le persone stanno ricominciando a vivere.
In questa fase anche lo sport dovrebbe provare a ripartire, noi non vediamo l’ora, magari preparandoci a nuove disposizioni o limitazioni: il desiderio di stare con i nostri ragazzi e fare lo sport che amiamo è forte.
Il quadro normativo ad oggi, purtroppo però, è molto complesso e di conseguenza non molto chiaro: se l’attività motoria di base è consentita, se a breve sarà consentita anche la riapertura di palestre e centri fitness, per quanto riguarda gli sport di squadra non è stato disciplinato molto, immaginiamo anche perchè ogni singola attività ha peculiarità che la differenziano dalle altre e, quindi, necessitano di disposizioni specifiche.
Tra le tante disposizioni, a quanto abbiamo appreso dalle “linee guida per l’esercizio fisico e lo sport” elaborate dall’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al di là di norme generiche è scritto che “sarà compito e responsabilità dei singoli enti riconosciuti dal CONI e/o dal CIP (Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di promozione sportiva, Federazioni Sportive Paralimpiche, Discipline Sportive Paralimpiche, Enti di promozione sportiva paralimpica) emanare appositi protocolli applicativi di dettaglio, i quali dovranno tenere conto delle specificità delle singole discipline e delle indicazioni tecnico-organizzative al fine di garantire il rispetto delle misure di sicurezza”.
Attendiamo quindi con fiducia che la Federazione Italiana Pallacanestro ci fornisca i famosi “protocolli” per poter riprendere in sicurezza almeno una parte della nostra attività, o che intervengano altre disposizioni di legge che ci consentano di muoverci in sicurezza.
Non ci è facile rimanere immobili, senza la possibilità di progettare concretamente il futuro, ma sappiamo che questo è un problema condiviso e che molte attività, come la nostra, stanno attraversando un periodo di incertezza ed instabilità.
Quello che vogliamo dire però ai nostri tesserati, ai nostri bambini ed alle loro famiglie, è che noi siamo pronti e desiderosi di rimetterci in gioco. Se non lo abbiamo fatto ancora è solo perchè da un punto di vista normativo non si hanno indicazioni chiare: lo stesso Palasport ancora oggi è chiuso e poco si sa sulla sua riapertura.
Siamo fiduciosi che a breve la situazione possa sbloccarsi e ci fa ben sperare sapere che, anche se con limiti e restrizioni, da Giugno sarà possibile fare attività nei centri estivi e, quindi, immaginiamo che anche per noi ci saranno delle aperture.
Garantiamo a tutti gli interessati che, non appena si avranno novità chiare, saranno informati con tempestività: molte sono le idee che abbiamo in cantiere per ritornare a fare lo sport che amiamo e per venire incontro alle esigenze di famiglie, bambini e ragazzi: attendiamo solo il “via” per lanciarci in questa nuova avventura.
Nel frattempo continueremo a proporre iniziative “a distanza”, che possano almeno in parte farci sentire ancora tutti parte di una stessa famiglia.
A presto ragazzi!

La famiglia UBS in tempo di quarantena

I giorni passano e la quarantena è certamente sempre più dura da sopportare. E se lo è per gli adulti, lo è ancora di più per i ragazzi e per i bambini che si vedono privati della possibilità di giocare e sfogare tutte le loro energie nel campo come vorrebbero. Lo staff UBS fin dai primi giorni si è impegnato, per quanto possibile, a rimanere in contatto con i ragazzi, dapprima indicando modalità di allenamento “fatto in casa”, attraverso sedute fisiche e proposte o sfide di tecnica, per farsi trovare pronti non appena si potrà fare allenamento. Attraverso i social si cerca di coinvolgere e in qualche modo intrattenere, tutti quelli che fanno parte del nostro grande movimento: da montaggi video a piccoli quiz sulla nostra storia fino ad arrivare all’ultimo “contest” in cui si chiede di votare il proprio beniamino biancoazzurro dagli albori fino ad oggi. Negli ultimi giorni poi, la prima squadra, lo staff con i dirigenti e tutti i gruppi giovanili sono stati convocati in altrettante videochat di gruppo in cui, seppur virtualmente, ci siamo ritrovati vicinissimi, e abbiamo avuto modo di sentirci di nuovo un po’ squadra. Argomenti di discussione i più svariati, tra un po’ di timidezza per il mezzo nuovo e un po’ di confusione (soprattutto i più piccoli), si è parlato di come si trascorrono le giornate tra Play Station e lezioni on line, tra riflessioni sul futuro e nuove proposte di allenamento, tra un quiz a premi e una presa in giro. Dare un riferimento certo ci è ancora impossibile ma quello che è sicuro è che noi ci faremo trovare pronti a ripartire, le modalità le definiremo quando potremo ma ci inventeremo qualcosa per tornare a divertirci correndo dietro ad un pallone a spicchi. Che sia all’alba o al tramonto, all’aperto, al campetto o in palestra, torneremo a giocare, aspettando il momento in cui potremo di nuovo essere uniti davvero.

Covid-19, la Fip dichiara conclusi i campionati: le nostre considerazioni

Con un breve comunicato ieri la F.i.p. ha dichiarato conclusa la stagione per tutti i campionati dalla C gold, fino al minibasket, passando per tutte le categorie giovanili. La situazione di emergenza sul territorio nazionale è grave e probabilmente lungi dal concludersi a breve, purtroppo.

Prendiamo atto di questa decisione, tutto sommato attesa, anche se in pratica ci toglie la speranza di poter in qualche modo chiudere la stagione in una maniera diversa, ma tant’è: oggettivamente oggi, visto quanto si legge e si vede quotidianamente in Italia e nel mondo, l’aspetto agonistico viene davvero in secondo piano.

Spetta adesso a noi il compito però di tenere viva la voglia di sport, la speranza di tornare presto a correre, sudare e competere, che sia in una gara ufficiale o semplicemente un torneo all’aperto o un camp per bambini. Lavoriamo per questo, ogni giorno e di questo ne siamo orgogliosi. I campionati sono chiusi è vero, ma la nostra voglia e le nostre idee continuano ad alimentarsi in modo crescente, ogni giorno che passiamo lontani dai nostri amici, dalle nostre palestre e dai nostri avversari.
Attendiamo solo che le norme ce lo consentano e noi ripartiremo, esattamente dal punto in cui abbiamo lasciato: abbiamo idee e progetti per i nostri bambini più piccoli che non vediamo l’ora di riabbracciare, che sia d’estate o a settembre, abbiamo programmi dedicati alle giovanili per far proseguire il loro processo di crescita, che non vogliamo lasciare per nessuna ragione al mondo. Abbiamo poi la necessità di rivedere i nostri falchi della Lucky Wind a battagliare in un Palapaternesi rovente, come negli ultimi anni si è visto sempre in modo emozionante: non possiamo vivere senza le schiacciate di “Jack”, la faccia dura del capitano, i fade away di Simas, le triple del “barba” e i no look di J.D.

Torneremo, questo è sicuro, i ragazzi stanno scalpitando, aspettando in modo disciplinato, vivendo in maniera attenta e rispettosa in questo momento così triste per il paese. La tristezza però vogliamo combatterla così come lo sport ci ha insegnato a fare, e lo faremo.

Vogliamo nel frattempo ringraziare tutti quelli che ci sono stati vicini in questa stagione perchè siamo loro affezionati e riconoscenti:
– i bambini del minibasket e le loro famiglie che hanno colorato le nostre palestre con entusiasmo, rumore ed energia assieme ai nostri competenti istruttori
– i ragazzi delle giovanili, nei loro volti giovani e forti che ci hanno fatto sentire orgogliosi del nostro lavoro
– la prima squadra, gli allenatori, i dirigenti appassionati e i ragazzi che hanno reso le nostre domeniche elettrizzanti
– i tifosi, gli appassionati, gli innamorati del nostro sport e della nostra città
– gli sponsor tutti, che hanno contribuito in modo decisivo al movimento e che speriamo, passata la bufera, possano sostenerci ancora nel momento più duro.

Grazie!

Sia ben chiaro, con questi saluti non intendiamo lasciare nessuno: da domani continueremo a pubblicare giochi, iniziative o anche solo quiz sui nostri social, per sentirci vicini e tenerci pronti appena si potrà ripartire.

Mai come in questo caso ci sembra appropriato utilizzare il nostro slogan: a presto ragazzi e STAY WITH US!