All posts by admin

Covid-19, la Fip dichiara conclusi i campionati: le nostre considerazioni

Con un breve comunicato ieri la F.i.p. ha dichiarato conclusa la stagione per tutti i campionati dalla C gold, fino al minibasket, passando per tutte le categorie giovanili. La situazione di emergenza sul territorio nazionale è grave e probabilmente lungi dal concludersi a breve, purtroppo.

Prendiamo atto di questa decisione, tutto sommato attesa, anche se in pratica ci toglie la speranza di poter in qualche modo chiudere la stagione in una maniera diversa, ma tant’è: oggettivamente oggi, visto quanto si legge e si vede quotidianamente in Italia e nel mondo, l’aspetto agonistico viene davvero in secondo piano.

Spetta adesso a noi il compito però di tenere viva la voglia di sport, la speranza di tornare presto a correre, sudare e competere, che sia in una gara ufficiale o semplicemente un torneo all’aperto o un camp per bambini. Lavoriamo per questo, ogni giorno e di questo ne siamo orgogliosi. I campionati sono chiusi è vero, ma la nostra voglia e le nostre idee continuano ad alimentarsi in modo crescente, ogni giorno che passiamo lontani dai nostri amici, dalle nostre palestre e dai nostri avversari.
Attendiamo solo che le norme ce lo consentano e noi ripartiremo, esattamente dal punto in cui abbiamo lasciato: abbiamo idee e progetti per i nostri bambini più piccoli che non vediamo l’ora di riabbracciare, che sia d’estate o a settembre, abbiamo programmi dedicati alle giovanili per far proseguire il loro processo di crescita, che non vogliamo lasciare per nessuna ragione al mondo. Abbiamo poi la necessità di rivedere i nostri falchi della Lucky Wind a battagliare in un Palapaternesi rovente, come negli ultimi anni si è visto sempre in modo emozionante: non possiamo vivere senza le schiacciate di “Jack”, la faccia dura del capitano, i fade away di Simas, le triple del “barba” e i no look di J.D.

Torneremo, questo è sicuro, i ragazzi stanno scalpitando, aspettando in modo disciplinato, vivendo in maniera attenta e rispettosa in questo momento così triste per il paese. La tristezza però vogliamo combatterla così come lo sport ci ha insegnato a fare, e lo faremo.

Vogliamo nel frattempo ringraziare tutti quelli che ci sono stati vicini in questa stagione perchè siamo loro affezionati e riconoscenti:
– i bambini del minibasket e le loro famiglie che hanno colorato le nostre palestre con entusiasmo, rumore ed energia assieme ai nostri competenti istruttori
– i ragazzi delle giovanili, nei loro volti giovani e forti che ci hanno fatto sentire orgogliosi del nostro lavoro
– la prima squadra, gli allenatori, i dirigenti appassionati e i ragazzi che hanno reso le nostre domeniche elettrizzanti
– i tifosi, gli appassionati, gli innamorati del nostro sport e della nostra città
– gli sponsor tutti, che hanno contribuito in modo decisivo al movimento e che speriamo, passata la bufera, possano sostenerci ancora nel momento più duro.

Grazie!

Sia ben chiaro, con questi saluti non intendiamo lasciare nessuno: da domani continueremo a pubblicare giochi, iniziative o anche solo quiz sui nostri social, per sentirci vicini e tenerci pronti appena si potrà ripartire.

Mai come in questo caso ci sembra appropriato utilizzare il nostro slogan: a presto ragazzi e STAY WITH US!

Tempi difficili, l’UBS Foligno tiene duro!

Mala tempora currunt dicevano i romani e oggi, non possiamo negarlo, sono tempi davvero difficili per tutti.

Palasport chiuso, restiamo in casa, preoccupati ad ascoltare notizie, con le strade deserte ed un “lasciapassare” in mano per fare la spesa, come in epoche passate o in una dimensione hollywoodiana tanto reale quanto inattesa.

In questi momenti, quando le certezze vengono meno, la paura fa capolino e l’immobilità ci circonda, noi uomini di sport abbiamo però una risorsa in più sulla quale contare. Tutto quello che gli anni trascorsi sul parquet ci hanno insegnato, oggi ci indicano la strada e noi ci aggrappiamo ad essi con fiducia.

La pallacanestro ci ha insegnato a tenere duro: quando il coach chiede di più, quando siamo sotto e manca ancora un quarto da giocare, quando la stanchezza ti piega le gambe. E noi terremo duro, così come stanno facendo i ragazzi della Lucky Wind, che disciplinatamente si allenano in casa prendendosi cura di loro stessi in attesa di tornare sul parquet. Terremo duro come sta facendo il nostro staff tecnico, dalle c Gold al minibasket, passando per tutte le giovanili, capace di restare “vicino” ai ragazzi con iniziative, video ed indicazioni. Terremo duro anche come stanno facendo le decine di bambini del minibasket, che collaborano alle nostre pagine instagram e facebook, inviando video messaggi in cui giocano “restando a casa” e non facendo mancare sorrisi e fiducia nel futuro. Terremo duro come stanno facendo le centinaia di famiglie che ci seguono, preoccupate per la salute e l’economia.

Non sappiamo quanto durerà l’emergenza, non abbiamo target temporali da raggiungere, ma sappiamo quello che ora dobbiamo fare e lo faremo, pronti a rimetterci in gioco quando le condizioni lo consentiranno, con nuove iniziative per tutti i nostri tesserati. Sappiamo bene che non basta tenere duro per pochi giorni, servirà costanza, dedizione, così come serve a chi nel basket vuole migliorare.

Noi siamo uomini di sport, certo abbiamo a volte un po’ di paura, ma sappiamo anche che non siamo soli, che al nostro fianco ci sono altri uomini, come noi, con le stesse emozioni e la stessa forza, pronti ad aiutarci in attesa che l’emergenza finalmente passi e le terribili curve dei grafici prima o poi cambino direzione

Teniamo duro ragazzi, lo sappiamo fare, andrà tutto bene!

Anche la Lucky Wind Foligno si ferma: stop al campionato

Niente campionato, attività federale sospesa, così come da comunicato FIP e quindi anche i ragazzi della Lucky Wind sono costretti a fermarsi, in attesa di novità che speriamo presto risolvano al meglio la situazione.
Dopo la sosta per le finali di coppa, dopo il rinvio dello scontro al vertice contro la Vigor Matelica, salta anche il derby previsto per domenica prossima contro la Virtus Assisi, una gara attesa che avrebbe richiamato certamente un buon pubblico e che, viste tutte le iniziative messe in piedi per limitare il diffondersi del COVID-19, non potrà giustamente disputarsi.
Ovviamente la società comprende la serietà della situazione e si allinea scrupolosamente ai dettami previsti dal decreto governativo e le relative disposizioni della FIP: rimane in piedi però una situazione anomala, difficile, con una squadra che si trova alle porte dei play off in testa alla classifica e che non sa se e quando potrà riprendere l’attività ufficiale, con un notevole danno economico da sopportare.
Come tutta l’attività giovanile quindi anche i ragazzi della prima squadra sono costretti a fermarsi ed attendere l’evolversi della situazione, nella speranza che presto rientri l’allarme e si possa tornare a riempire il palasport e a fare il tifo per i giovani falchi.
Su questa pagina ed attraverso i nostri canali social informeremo tempestivamente tutti i nostri tifosi, gli atleti ed i familiari non appena si avranno ulteriori notizie sulla situazione.

Gli under 14 battono la Pallacanestro Perugia

Partita a dir la verità bruttina quella di domenica mattina tra l’UBS e la Pall. Perugia al palasport di Foligno; padroni di casa sempre avanti nel risultato ma che non prendono ritmo e rimangono sonnolenti in difesa ed ospiti che ne approfittano per rimanere sempre in scia.
Qualche lampo di Bonifazi (14 pts) illuminano i primi due quarti della partita, il giovane falchetto quando riceve palla cambia velocità e diventa un problema per la difesa ospite che commette parecchi falli su di lui e spesso gli concede il gioco da 3 punti. Per fortuna nella seconda metà della partita in campo si accendono a turno Albi, che in un attimo segna 7 punti (2 contropiedi e una bomba in transizione) Angeli che corregge da sotto gli errori dei compagni (12 per lui) e Fabiani che sfrutta bene il vantaggio di altezza e trasforma in punti i falli subiti spalle a canestro. Sigillano la partita Ragnotti, bravissimo a farsi trovare pronto sotto il ferro sugli scarichi dei compagni e Masciotti autore di un paio di partenze finalmente da giocatore di basket. Nota positiva ma da migliorare il grande impegno in campo di Fajardo che corre come un pazzo, prende rimbalzi e va a concludere spesso in contropiede ma che purtroppo non fa fruttare tutta questa mole di lavoro mettendo a referto un solo punto; dobbiamo lavorare sui tiri in corsa David!!!
Comunque due punti importanti portati a casa dopo la bella vittoria nel recupero contro il Perugia Basket: ora con fiducia si attendono le ultime due gare della prima fase contro Gubbio e Passignano.

UBS Foligno – Pall. Perugia 63 – 51
Petrini 9, Fabiani 6, Bonifazi 14, Albi 9, Bertoldi, Macrì, Brunozzi, Ragnotti D., Angeli 12, Ragnotti A. 4, Masciotti 8, Fajardo 1. All. Foglietta

L’under 16 chiude in testa la prima fase

Terminata con un importante vittoria la prima fase del campionato U16 per la UBS Foligno Basket che batte alla “Gentile” la temuta Città di Castello con il punteggio di 76-49. Prova maiuscola per i giovani falchetti che con questo successo agganciano e sorpassano per la differenza canestri i castellani e quindi si presentano alla seconda fase con un tesoretto di 10 punti. Per ricordare la formula, passano le prime 4 di entrambi i gironi che successivamente si affronteranno in un secondo raggruppamento con gare di andata e ritorno nelle quali verranno ereditati i punti della prima fase conquistati contro le dirette concorrenti. Per questo si riparte all’inseguimento di Orvieto, sempre vittoriosa nel girone B, a 12 punti, UBS e CDC a 10 punti entrambe con un record di 5-1, Rieti ad 8 punti, Marsciano a 4, Ellera e Virtus Assisi a 2 e Virtus Terni a 0.
Tornando alla partita i biancazzurri partono subito fortissimo e molto concentrati in difesa riescono a capitalizzare la verve offensiva di Roscioli che brucia la retina con continuità e sforna assist per i soliti Dolci e Sciarra. Nell’altra metà campo la solidità di Zmejkoski e la verticalità di Sisca rispediscono al mittente i primi tentativi degli ospiti.
Solita girandola di cambi per Foligno che butta nella mischia tutti e 12 i suoi effettivi ed il coach riceve segnali e risposte da ogni singolo giocatore che scende in campo. Castello non regge, la voglia di vincere per Foligno è troppo grande, non funzionano la pressione tutto campo e la zona 3-2 di coach Benni che le prova tutte mescolando le carte, usando P&R laterali e giocate spalle a canestro: i falchetti sono concentrati e grintosi, non si lasciano intimorire e giocano negli spazi trovando sempre soluzioni semplici e tiri in solitudine che portano canestri e punti importanti per il divario che continua a crescere col passare dei minuti. Missione compiuta, l’imbattibile Castello è stata domata, ma non si è fatto ancora nulla, adesso viene il bello, la seconda fase porterà altre difficoltà e altri spunti per migliorare insieme.

UBS Foligno – Città di Castello bk 76 – 49
Zmejkoski 10, Sciarra 19, Proietti 2, Rapone, Marcelli 4, Dolci 13, Demirxhiu 2, Sisca, Bevilacqua, Roscioli 23, Marino 3, Chiacchierini. All. Foglietta