A Foligno non passa la capolista: la Lucky Wind doma Orvieto

Grande basket al Palapaternesi domenica pomeriggio, dove i falchi di coach Sansone al termine di una sfida accesa e combattuta, riescono a strappare i due punti ad una delle formazioni più attrezzate del campionato, l’Orvieto Basket dei coaches Brandoni e Staccini che hanno dato battaglia per tutti e quaranta i minuti di gioco, cedendo solo nel finale. Giocata a buoni ritmi, davanti ad un folto e rumoroso pubblico, la gara ha visto i falchi dare il meglio di sé spendendo molto in difesa e trovando in Karpuk ed Anastasi due terminali offensivi preziosi. A gestire al meglio la squadra in regia c’è stato l’ottimo JD Rath, molto attivo anche in difesa sulla palla, ed affiancato da un capitano presente e concreto.
Dall’altro lato oltre a Marcante e Toselli, uscito prematuramente per un risentimento muscolare, si è visto un monumentale Alunderis, autore di 30 punti di cui ben 22 consecutivi nei momenti caldi del match, non sufficienti però a superare la squadra biancoazzurra, stasera mai doma.

Venendo alla cronaca avvio scoppiettante della Lucky Wind, che con Mariotti ed Anastasi prende subito il largo: una schiacciata imperiosa di Karpuk in entrata e a difesa schierata, infiamma il palasport ed Orvieto è costretto ad inseguire (27-18 alla prima sirena). Nel secondo quarto i rupestri si riorganizzano, limitano le bocche da fuoco locali e con Toselli e Marcante tornano in partita: prezioso in questo frangente il contributo del giovane Finauro autore di 10 punti in un amen che ridanno ossigeno e tengono avanti Foligno (41-36 all’intervallo). In avvio di terzo periodo si vede la migliore Orvieto: Marcante apre con una tripla, poi Alunderis inizia a salire di colpi e gli ospiti prendono il controllo del match andando avanti fino al +5. L’UBS accusa il colpo, sembra aver perso la verve offensiva del primo tempo, ma non molla: pressa tutto campo, poi alterna uomo e zona, togliendo certezze ai biancorossi e riprendendo il controllo del match con i punti di “Jack” Anastasi, autore anche della tripla sulla sirena di fine quarto, imbeccato perfettamente da Rath che gli offre un assist col contagiri.

Ultimo quarto decisivo: Alunderis si carica letteralmente la squadra sulle spalle segnando sia da fuori che dal post basso: i falchetti tentano di arginarlo in tutti i modi, ma il lituano è implacabile e ne mette 22 consecutivi! Anastasi e Marchionni però non mollano e tutta la squadra regge e spinge ancora in contropiede: una schiacciata in campo aperto sbagliata da Tosti sembra complicare le cose, ma lo stesso Tosti è freddo dalla lunetta mettendo un 2 su 2 importante. Saranno però una tripla ancora di Anastasi e un bel canestro di Karpuk a chiudere definitivamente i conti per la gioia di un gruppo che ha giocato bene e con carattere al cospetto di una squadra forte e ben organizzata.

UBS Foligno – Orvieto Basket 81-74 (27-18, 14-18, 19-19, 21-19)

UBS: Berazzi, Tosti F., Anastasi 23, Finauro 10, Tosti G. 4, Rath 4, Mariotti 13, Vespasiani, Mamone Capria, Marani, Marchionni 6, Karpuk 21. All. Sansone, Ass. Mariani e Foglietta

Orvieto: Giorgini, Bonifazi, Radicchi 7, Toselli 12, Knezevic V., Frosinini 2, Abet 4, Alunderis 29, Trinchitelli, Casanova 3, Marcante 12, Knezevic F.. All. Brandoni, Ass. Staccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *